Foresteria, Storie, Territorio
Lordflex’s per Filodivino: il comfort è di casa

A Filodivino piace parlare di se attraverso le aziende che, ogni giorno, sceglie di avere accanto in qualità di partner. La volontà è di creare un circuito virtuoso che valorizzi il territorio e le forme di artigianato più nobili, fare squadra per poter offrire il meglio agli ospiti e a loro stessi.
Per questo, prestano attenzione alla materia prima offerta a tavola, ricercano i materiali che abbiano il minor impatto ambientale, anche a livello visivo e scelgono i fornitori in base alla loro competenza, all’umanità e alla filosofia che li anima.

Iniziamo quindi a raccontare Filodivino attraverso il comfort che la magica Foresteria racchiude, immersa tra le viti e le dolci colline. Parliamo, in sostanza, di chi ci fa riposare bene e di chi studia ogni giorno nuovi metodi per migliorare sonno e veglia.

Parliamo di Lordflex’s, azienda di Serra de Conti che nel 2017 compie 50 anni, coronati da una sana e brillante attività. Era il 1967 quando papà Bini, solido capo famiglia, realizzò il primo materasso, stanco di partecipare come semplice ingranaggio alla catena di montaggio del settore calzaturiero.
La sua intraprendenza, quindi, lo porta ad abbandonare la semplice attività di operaio manutentore per spingersi oltre e sfidare un mercato sconosciuto, con buona lena e spirito imprenditoriale.

Da allora ne è passata di acqua sotto ai ponti e i modelli prodotti dalla famiglia Bini si sono moltiplicati, così come le occasioni di mercato, in un crescendo di ricerca e sviluppo esemplare e sempre in fermento, in collaborazione con il Politecnico delle Marche, valido supporto nella realizzazione dei loro brevetti.

Non è un caso, quindi, se Lordflex’s sia entrato di diritto nella famiglia di Filodivino, a cui affidano ogni giorno il loro riposo e quello dei forestieri. Una certa assonanza di percorsi, la comune volontà di migliorarsi e migliorare l’ambiente circostante, l’importanza attribuita ad uno stile di vita sano, basato sull’equilibrio hanno solidificato il primo incontro tra il nostro Alberto ed Ernesto, cardine cruciale della seconda generazione Bini, responsabile dell’area marketing e commerciale dell’azienda, composta oggi da una trentina di dipendenti.

Non di semplici materassi si parla, quindi. Il modello scelto per la Foresteria porta un nome intrigante, Lady più zip, con rivestimento in canapa. Si, avete capito bene, canapa.

Anni fa era una coltura estremamente diffusa nella Vallesina e oggi, spiega Ernesto, può fornire una concreta e fondata speranza per un nuovo modello di sviluppo sostenibile. A livello di materiale tessile, si presenta come una fibra vegetale, cento per cento naturale, decisamente ecologica, visto che la coltivazione della pianta non richiede particolari supporti chimici e, udite udite, in grado di offrire un ottimo controllo termico, poiché mantiene, sia in estate che in inverno, la costante temperatura corporea di 36.6 gradi. E’, inoltre, una fibra anallergica, particolarmente resistente e antibatterica.

Le molle indipendenti, poi, offrono l’ideale riposo, fisiologicamente corretto, così come la tradizione che si perpetua da anni vede la realizzazione del prodotto seguendo i principi di stratificazione di una volta, realizzati attraverso approfonditi studi di ergonomia.

Il riposo merita rispetto e niente viene lasciato al caso: certe caratteristiche non potevano che colpire la spiccata sensibilità che Filodivino dimostra verso un approccio naturale e salutare alla vita. Tradizione e innovazione, quindi, unite all’investimento costante nella ricerca, nella selezione di fibre naturali, alla trasparenza etica e commerciale, supportata da certificazioni e controlli di qualità costanti…
… se poi al dormire bene aggiungiamo la cornice della campagna marchigiana al nostro risveglio, possiamo dire di aver raggiunto un angolo di Paradiso.

Leave a comment